Strategia Energetica Nazionale: si riparte dal via?

27 12 2012

A quasi un mese dalla chiusura della consultazione pubblica a cui è stata sottoposta la bozza di Strategia Energetica Nazionale proposta dal governo Monti, possiamo affermare che tale consultazione, seppur lodevole negli scopi, non ha prodotto alcun risultato concreto.

Anche (ma non unicamente) a causa della chiusura prematura della legislatura, constatiamo che non solo nessun contributo da parte dei cittadini e dei soggetti interessati è stato recepito (cosa alquanto complessa, data la loro eterogeneità), ma che tale lista di contributi non è stata nemmeno resa pubblica sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.
La volontà del governo di coinvolgere la società civile e di avviare un sano dibattito e confronto tra le parti interessate risulta così, nei fatti, morta sul nascere: i diversi contributi, i pareri, le osservazioni, le critiche, sono pervenuti al ministero in maniera unilaterale, senza alcun riscontro, e con ogni probabilità non vedranno mai la luce.
E con il 2013 si ricomincia da zero, per l’ennesima volta.

Immagine
Non possiamo fare a meno di concludere osservando come questo esito fosse facilmente profetizzabile. Lo strumento (la consultazione pubblica su delle linee guida predefinite) e la tempistica scelti dal governo (poche settimane di consultazione, a pochi mesi dalla fine della legislatura), a cui si aggiunge la mancanza di una chiara definizione dei passaggi successivi per concretizzare dal punto di vista legislativo la Strategia, non lasciavano larghi spazi per esiti differenti.

Ribadiamo il sostegno ad un percorso differente, più concreto, efficace, condiviso, trasparente e meno fumoso: la convocazione di una Conferenza Nazionale sull’Energia, composta da scienziati, economisti e rappresentanti istituzionali e delle amministrazioni, in cui il dibattito ed il confronto avvenga sulla base di osservazioni oggettive e con la massima trasparenza nei confronti dei cittadini. Tale Conferenza deve essere istituzionalmente riconosciuta ed avere una base giuridica che impegni il legislatore a definire il nuovo Piano Energetico Nazionale, sulla base delle indicazioni e delle misure segnalate negli scenari prodotti dalla Conferenza e pubblicati negli Atti della stessa.

Le adesioni all’appello per sostenere tale proposta sono ancora in corso, in questo sito internet, cliccando qui.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: